L’Architettura sostenibile – un grande passo verso un futuro pulito

Il mondo sta pian piano cambiando in seguito all’interferenza negativa dell’uomo, con effetti quali temperature più alte, ghiacciai che si sciolgono, livello dei mari che si alza, e aria più inquinata. Usando il petrolio stiamo avvelenando una delle risorse più preziose che abbiamo: l’aria. C’è bisogno di cambiare il modo in cui viviamo, partendo dal luogo in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, la casa. 

L’architettura sostenibile – o green – è un grande passo verso un futuro pulito e prospero, per una qualità di vita migliore, sia per noi umani, che per gli animali e la vegetazione. Ci sono diversi modi per rendere una casa “sostenibile”, riducendo il consumo di energia elettrica o cambiando la fonte in solare o eolica. 

La casa ‘Eliotropo’, inventata dall’architetto tedesco Rolf Disch, ruota in base al movimento del sole, in modo da utilizzare quanto più possibile la luce solare naturale come fonte di illuminazione, risparmiando l’energia. E siccome un intero stabilimento ha bisogno di molta energia per ruotare, è importante che questa provenga da fonti rinnovabili.

Grazie all’utilizzo della pila Tesla, una parte dell’energia trasformata attraverso i pannelli solari durante il giorno, viene trattenuta per poter essere utilizzata nelle ore notturne. Siccome i pannelli solari trasformano solo il 30% del potenziale, dovrebbero essere considerati solo come una soluzione temporanea, aspettando che la tecnologia riesca a trovare altre fonti più efficaci.

L’Architettura sostenibile – Materiali ecologici

L’uso di materiali ecologici, permette una migliore regolazione della temperatura, aspetto importante per una resa sostenibile. Grazie a questo modo di costruire si risparmia l’energia salvaguardando l’ecosistema circostante, senza impatto con la natura.

Nell’arido e caldo deserto le città sono soggette a temperature altissime, che spesso si sopportano grazie all’aiuto di condizionatori che rinfrescano strade e abitazioni. L’uso dell’architettura sostenibile propone materiali che permettono di mantenere temperature più basse senza utilizzare energia elettrica. La costruzione della città di Masdar ad Abu Dhabi, progettata dallo studio di architetti inglesi Foster & Partners, utilizza solamente energia solare, con zero emissioni e nessuno spreco, con un sistema di trasporto ecologico per i cittadini. Questo è un progetto che si potrebbe adattare ad altre città del mondo, ma anche ad abitazioni private o case da ristrutturare, per ridurre l’inquinamento e risparmiare sulle bollette dell’energia elettrica, migliorando la qualità della vita.

Utilizzando materiale organico come piante ed alberi, sono stati creati ambienti freschi attraverso ‘coperture verdi’, usate per secoli come isolanti naturali. Inoltre, attraverso la fotosintesi, la vegetazione pulisce l’aria dal diossido di carbonio e aumenta il flusso di ossigeno nella nostra casa, migliorando la salute.

Grazie all’architettura sostenibile le biodiversità e gli habitat degli animali vengono protetti, salvaguardando le foreste, che vengono disboscate per ottenere prodotti come l’olio di palma o per espandere le città. 

Stiamo facendo uno step verso un mondo sostenibile, e ognuno di noi, sia che abiti in un appartamento a Roma o in una villa negli Hamptons, può contribuire a migliorare il futuro della nostra terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *